lunedì 27 giugno 2011

Rosso di sera.. e di giorno!














Partendo dal presupposto che qualunque colore di capelli noi abbiamo siamo sempre e comunque bellissime, devo confessarvi che ai miei occhi ha un impatto particolare la donna con i capelli rossi. Molto probabilmente la colpa è di Jessica Rabbit, che davvero esercita su di me un grande fascino sin da quando ero bambina, e da allora non c'è più stata storia: la donna con i capelli rossi vince su tutte in quanto a charme misterioso e a seduttività.
Prima di passare alle tendenze per il 2011, vi riporto qui alcune leggende sui capelli rossi molto carine:
"Giovanni Verga ne ha fatto una Novella “Malpelo” : Malpelo si chiamava così perché aveva i capelli rossi; ed aveva i capelli rossi perché era un ragazzo malizioso e cattivo, che prometteva di riescire un fior di birbone. Non solo, rosse erano le streghe e le seduttrici, tanto che la storia riporta esempi dove i capelli rossi erano considerati un segno di degenerazione morale ed eccessivo desiderio erotico. Durante il Medioevo i capelli rossi e gli occhi verdi erano visti come il segno di riconoscimento di una strega, di un licantropo o di un vampiro.
L’Europa prima della scomunica riteneva che morte violenta, il nascere morti o nascere con la camicia, nascere il 25 dicembre, o avere i capelli rossi fosse segno di vampirismo, e quindi condannato a morte per il bene della comunità.
L’antico Egitto invece considerava i rossi discendenti di Seth e per questo venivano considerati uomini e donne dotati di maggiore ferocia, mentre Caino e alcuni personaggi biblici erano immaginati coi capelli rossi, come Giuda Iscariota, Esaù e Maria Maddalena, anche se testimonianze scritte di chiome rosse sono attribuibili solo a Re David.
L’era moderna fa della seduzione un vanto, infatti oggi le rosse vengono definite focose, sensuali, belle e 
intriganti, ma soprattutto ribelli e libere"
 (dal sito http://donna.tuttogratis.it/bellezza/credenze-popolari-sui-capelli-rossi/P173733/)
Dopo questa breve lezioncina di storia, ora passiamo a quella di stile.
Il trend per la stagione 2010-2011 ha visto protagonista la mia tonalità preferita di rosso: il rosso rame, quello "carota" per intenderci. Ma, a parte che questa tonalità potrebbe non essere gradita da molte, non sta neanche bene a tutti i tipi di incarnato. E allora via libera anche alle altre nuances di rosso, ugualmente belle e seducenti. Come orientarsi dunque?
Alle bionde\ rosse naturali e a tutti gli incarnati chiari in generale, vedo bene tutte le tonalità di rosso dalle più chiare alle più scure. Il rosso, nel vostro caso, accenderebbe il vostro colore naturale e illuminerebbe i vostri tratti.
Alle castane\ castane scure e a tutti gli incarnati medio-scuri, scuri e olivastri, consiglierei le tonalità più profonde di rosso: rosso ciliegia, mogano, riflessi rouge, rosso viola, vinaccia, etc. Il rosso a voi conferirebbe maggior luce al viso e addolcirebbe il vostro colore naturale.
Insomma: Jessica Rabbit docet!
Che ne pensate??




















2 commenti:

  1. Io adoro i capelli rossi, soprattutto se naturali. Sono olivastra e certo non potrei tingerli, ma i miei capelli castano scurissimo hanno riflessi mogano naturali che si accentuano tanto in estate, quindi mi accontento xD

    RispondiElimina
  2. Delia Truccherie&Co8 agosto 2011 13:30

    Se ami proprio l'effetto "naturale" e hai già la fortuna di avere dei riflessi mogano, perché non provi a fare l'henné? È supernaturale, rinforza, protegge e purifica capelli e cuoio capelluto e soprattutto lascia dei meravigliosi e "natural effect" riflessi rosso-mogano!!! :)

    RispondiElimina