lunedì 27 giugno 2011

Rosso di sera.. e di giorno!














Partendo dal presupposto che qualunque colore di capelli noi abbiamo siamo sempre e comunque bellissime, devo confessarvi che ai miei occhi ha un impatto particolare la donna con i capelli rossi. Molto probabilmente la colpa è di Jessica Rabbit, che davvero esercita su di me un grande fascino sin da quando ero bambina, e da allora non c'è più stata storia: la donna con i capelli rossi vince su tutte in quanto a charme misterioso e a seduttività.
Prima di passare alle tendenze per il 2011, vi riporto qui alcune leggende sui capelli rossi molto carine:
"Giovanni Verga ne ha fatto una Novella “Malpelo” : Malpelo si chiamava così perché aveva i capelli rossi; ed aveva i capelli rossi perché era un ragazzo malizioso e cattivo, che prometteva di riescire un fior di birbone. Non solo, rosse erano le streghe e le seduttrici, tanto che la storia riporta esempi dove i capelli rossi erano considerati un segno di degenerazione morale ed eccessivo desiderio erotico. Durante il Medioevo i capelli rossi e gli occhi verdi erano visti come il segno di riconoscimento di una strega, di un licantropo o di un vampiro.
L’Europa prima della scomunica riteneva che morte violenta, il nascere morti o nascere con la camicia, nascere il 25 dicembre, o avere i capelli rossi fosse segno di vampirismo, e quindi condannato a morte per il bene della comunità.
L’antico Egitto invece considerava i rossi discendenti di Seth e per questo venivano considerati uomini e donne dotati di maggiore ferocia, mentre Caino e alcuni personaggi biblici erano immaginati coi capelli rossi, come Giuda Iscariota, Esaù e Maria Maddalena, anche se testimonianze scritte di chiome rosse sono attribuibili solo a Re David.
L’era moderna fa della seduzione un vanto, infatti oggi le rosse vengono definite focose, sensuali, belle e 
intriganti, ma soprattutto ribelli e libere"
 (dal sito http://donna.tuttogratis.it/bellezza/credenze-popolari-sui-capelli-rossi/P173733/)
Dopo questa breve lezioncina di storia, ora passiamo a quella di stile.
Il trend per la stagione 2010-2011 ha visto protagonista la mia tonalità preferita di rosso: il rosso rame, quello "carota" per intenderci. Ma, a parte che questa tonalità potrebbe non essere gradita da molte, non sta neanche bene a tutti i tipi di incarnato. E allora via libera anche alle altre nuances di rosso, ugualmente belle e seducenti. Come orientarsi dunque?
Alle bionde\ rosse naturali e a tutti gli incarnati chiari in generale, vedo bene tutte le tonalità di rosso dalle più chiare alle più scure. Il rosso, nel vostro caso, accenderebbe il vostro colore naturale e illuminerebbe i vostri tratti.
Alle castane\ castane scure e a tutti gli incarnati medio-scuri, scuri e olivastri, consiglierei le tonalità più profonde di rosso: rosso ciliegia, mogano, riflessi rouge, rosso viola, vinaccia, etc. Il rosso a voi conferirebbe maggior luce al viso e addolcirebbe il vostro colore naturale.
Insomma: Jessica Rabbit docet!
Che ne pensate??




















sabato 25 giugno 2011

Crema Colorata: mai più senza!

Chi ha la fortuna di avere una pelle sana e radiosa con la bella stagione, letto il titolo di questo articolo, salterà subito all'altro tutta orgogliosa e con fare sprezzante (non negate, signore!), ma chi invece, nonostante il caldo, non vuole rinunciare ad un incarnato omogeneo e a coprire le piccole imperfezioni, credo proprio che dovrebbe proseguire nella lettura. 
D'estate l'applicazione del nostro normale fondotinta può risultare eccessiva e anche costosa, infatti il graduale inscurimento della vostra pelle, potrebbe costringervi a comprare diverse tonalità di questo cosmetico fino a quando l'abbronzatura non si sarà stabilizzata e avrete raggiunto un colorito definito\definitivo. 
Allora perché non valutare l'ipotesi di una crema colorata? Infatti, personalmente, ritengo che le creme colorate siano perfette per l'estate perché offrono..
  • una coprenza leggera; 
  • idratazione;
  • fattore di protezione solare;
  • colore modulabile (mischiandola con un fondotinta tradizionale più chiaro o scuro a secondo delle esigenze);
  • coprenza modulabile (a seconda della quantità che se ne usa);
  • alcune hanno anche effetti lifting, etc;
  • applicazione facilissima;
  • varietà di prezzi, colori, formulazioni.

Bobbi Brown

Clarins
Clinique

Cover Girl

Elf

Elizabeth Arden

Nature's

La Roche-Posay

Laura Mercier

L'Erbolario

Nivea

Smashbox

Sonia Kashuk

Stila

Stila

Too Faced

Urban Decay

mercoledì 8 giugno 2011

Belli, abbronzati ma soprattutto SANI!

Una carnagione ambrata tutto l'anno è indubbiamente il sogno di tutte. Con l'approssimarsi della bella stagione tutti i cultori dell'abbronzatura escono dal letargo invernale e ritornano a praticare il loro 'sport' preferito: "Abbronzatura Selvaggia". Ma attenzione a non giocare "con la palla di fuoco" cari miei. Se è vero che da un lato il sole ha tantissimi effetti positivi, dall'altro, un eccesso di raggi solari causa moltissimi danni al nostro organismo. Quindi impariamo ad osservare delle semplici regolucce prima di dover correre ai ripari.. dopotutto non lo diceva anche la nonna che "prevenire è meglio che curare"??!

I Medici consigliano di:
  1. Non esporsi mai durante le ore centrali del giorno (leggasi dalle 11.00 alle 16.30);
  2. Abbronzarsi gradualmente;
  3. Proteggersi sempre con filtri e schermi solari ad hoc (anche in città!)
PRIMA di esporsi ai raggi solari è bene preparare la pelle: in questo modo si ottimizzeranno i tempi ed i risultati! Innanzi tutto fate uno scrub levigante, quindi idratate la vostra pelle da dentro e da fuori bevendo molta acqua e applicando prodotti specifici, in modo che sia elastica. Per coloro che anche per le prime esposizioni vogliono evitare di sfoggiare in spiaggia una 'tintarella di luna', consiglio di applicare un autoabbronzante che attenuerà il colorito 'lunare'.

Autoabbronzanti Collistar

Acqua: il miglior elemento idratante sulla Terra!


Crema idratante per il corpo Aveeno

Scrub per il corpo al burro di cacao The Body Shop
























ADESSO siamo finalmente pronte per scrollarci di dosso pallore invernale e dare il benvenuto alla tintarella estiva. Il modo migliore per farlo è applicare QUINTALATE di filtri solari. I filtri, anche se water resistant, vanno applicati dopo ogni bagno e qualunque sia il vostro fototipo il consiglio dei dermatologi è quello di non scendere mai sotto all' Spf 6 e nelle prime esposizioni sotto all'Spf 30. E come già detto non piantatevi sotto al sole per ore, non solo perché fa male alla pelle, ma anche perchè per abbronzarsi due-tre ore al giorno sono più che sufficienti! Non stressatevi inutilmente dunque..!

Eight Hour Cream Elizabeth Arden

Filtri solari Clinique

Linea filtri solari Collistar

Stick Sun per le labbra Jafra

Linea Sun  Nivea

Genefique Soleil Lancome











































SONO LE 18.30 il sole è ormai basso ed il nostro primo pensiero è quello di correre davanti ad uno specchio per constatare i frutti di questa giornata trascorsa al sole. Ma non siate impazienti e vanitose: piano piano.. La prima cosa da fare arrivate davanti allo specchio, è applicare un prodotto doposole che idrati la pelle, fissi il colore, lenisca gli arrossamenti e calmi i bruciori se mai ce ne fossero (se doveste avere bruciori avete esagerato o saltato qualche tappa di quelle di prima, in ogni caso state attente a non ripetere l'esperienza. Come già detto ECCESSO DI SOLE = DANNI FORTISSIMI ALL'ORGANISMO). In questa fase è molto importante idratare la pelle che la salsedine\cloro e i raggi solari hanno molto seccato. Concedetevi dunque un'abbondante dose di doposole e coccolate la vostra pelle con dei lievi massaggi mentre con la mente, sono sicura, state già pensando a cosa indossare per l'uscita notturna!

Doposole e Solare Dermogella

Doposole Jafra

Doposole La Roche-Posay

Doposole Lancaster

Doposole Liechtena

DopoSole Lierac

Doposole Revlon

Doposole Vichy